Frammenti di cuori e anime, raccolti sulla strada

di AsinoMorto

C’è quella ragazza che vive in un posto lontano e scrive cose bellissime, geniali, una lingua tutta sua. Lampi che colorano una giornata grigia.

La trovate qui e qui.

Ci sono quei signori che sono come se fossero uno solo ma si vede che non è vero, che scrivono cose interessanti, che dicono cose interessanti e che sono seguite da persone interessanti. E io, che interessante non sono, seguirli è un piacere. Un dovere, anzi.

Li trovate qui e qui.

C’è quella ragazza che scrive di libri e che un giorno ha fatto un tweet che mi sono fermato da quanto mi è piaciuto e non saprei nemmeno dire perché.

La trovate qui e qui.

E poi c’è quel signore che scrive cose argute, sagaci e sfiziose come un buon stuzzichino di un grande barman. Ma anche cose più pensate e costruite e si vede che ci sa fare. E lo devo ringraziare perché, anche se non lo sa, ha fatto un po’ come Virgilio, a chi non è certo Dante.

Lo trovate qui e qui. E qui.

E mille altri che qui non cito ma lo farò, un po’ schizzati e con le loro storie, si vede; un po’ così, e si vede; un po’ tutti alla ricerca della frase bella, rotonda, che passi alla storia e qualche volta succede. Bella e rotonda intendo, per la storia non so.

Tutte anime che non conosco e non conoscerò mai veramente, come viandanti su una strada di montagna, che incontri in cima quando sei stanco, scambi due parole, un pezzetto di vita e poi arrivederci. E non li vedrai mai più, ma qualcosa di loro, un ricordo, immagine sbiadita.

Perché la tua vita è fatta anche dai tanti piccoli frammenti di cuore e di anima raccolti sulla strada.

Questo, ragazzi, per chi non lo avesse capito, è il mio primo #FF.

Annunci