Un gatto nero mi ha appena tagliato la strada

di AsinoMorto

Ho quindi l’occasione per verificare sperimentalmente la possibile relazione di causa-effetto tra l’accadimento e eventuali episodi spiacevoli dovessero capitare.

Definisco gli ambiti e i presupposti dell’esperimento.

0. Durante il tragitto ortogonale del gatto e nei momenti immediatamente successivi, non ho espletato gesti scaramantici di qualsiasi genere.

1. Evidenzio che ero in giro con i miei cani e non mi risultano casi in letteratura di amplificazione o diminuzione dell’effetto sfiga, legato alle interferenze cane-gatto.

2. Il gatto, che era proprio nero, nero, ha tagliato la mia strada lungo un angolo di circa 110 gradi. Assumendo che il massimo della sfiga si presenti con un angolo di 90 gradi rispetto alla traiettoria del soggetto, presumo il presentarsi di accadimenti sfigati con potenza ridotta di circa il 20%.

3. Definisco un periodo di osservazione di 48 ore a partire dalle 7.55 AM del 25 giugno 2011.

4. Assumo che gli accadimenti sfigati associabili all’evento scatenante siano quelli che occorreranno nel periodo di osservazione al sottoscritto, alla famiglia stretta e alla cerchia più ristretta di amicizie e conoscenze. Tutti gli altri eventi non verranno considerati associabili.

5. A deroga del punto precedente, si assumono aventi associabili tutti quegli eventi sfigati a livello globale che possano influenzare direttamente la vita del soggetto, quali, a solo titolo di esempio, terremoti, impatti devastanti con meteoriti, guerre termonucleari globali, avanzate della destra nazionalista.

Vediamo come va.

Annunci