Linguistica e imbecilli

di AsinoMorto

Noi non bombardiamo, lanciamo “razzi”, che è una cosa senz’altro più civile e pacifica. Non bombe, non missili. Razzi. Come se fosse una festa.

L’OPA di Lactalis “non è ostile”. Quindi è amichevole, gentile, bella, perché non è stata fatta prima ?

Lo stop al referendum sul nucleare è stato un “gesto responsabile”, quindi necessario, dovuto, praticamente obbligato, amorevole.

Le parole sono importanti e la politica ha sempre basato la sua forza sulla manipolazione delle parole.

Le parole possono essere usate per trasformare un delitto in un gesto umanitario, un insuccesso in una vittoria, un pessimo prodotto in un boom di vendite. Questo mi sta bene.

Ma quando le parole vengono usate per nascondere il vuoto, per coprire la assoluta mancanza di idee, di strategia, di obiettivi, quando sono lanciate come sassi, senza nessun scrupolo e nessuna vergogna, allora hanno un suono diverso, un colore diverso, puzzano.

E non mi sta più bene.

E quando in un paese si può dire tutto e il contrario di tutto e questo viene tollerato, allora può essere tollerata anche la mancanza di una politica industriale, energetica, di una strategia in politica estera.

Anzi, probabilmente non ce ne accorgiamo nemmeno più.

Annunci