Six words: schegge horror

di AsinoMorto

Giaceva nel buio della bara. Vivo.

La lama rifletteva gli occhi malvagi.

Aspettava nel buio che lei uscisse.

Dietro al ghigno sentivi la malvagità.

Troppo gentile, troppo bello. Non andare.

Improvvisamente tutti correvano, urlando come pazzi.

I lamenti del bimbo davano i brividi.

Sorrideva, ma lo sguardo era ghiaccio.

Occhi crudeli, specchio dell’anima nera.

Il sangue, il sangue. Era dappertutto.

Urla, pianti, gemiti. Poi più nulla.

Annunci